Scrivi una o più parole chiave

Come fare split test A/B con GetResponse

Dino Francesco
15 Novembre 2018
GetResponse

Gli split test A/B sono una fondamentale tecnica di ottimizzazione della tua strategia di email marketing. Consentono di testare, analizzare e perfezionare le tue email per ottenere prestazioni più elevate. Potrai trovare abbastanza utile una guida completa a GetResponse su come fare split test A/B e impostare i loro elementi in pochissimi e semplici passaggi.

L’utilizzo di questa funzione è indispensabile per sperimentare diverse versioni degli elementi più importanti che compongono la tua newsletter: corpo del testo, oggetto, orario, CTA, etc. In più, sarai in grado di capire quali fattori incidono maggiormente sulla conversione delle tue mail. Tutto ciò sarà possibile anche attraverso le metriche che GetResponse mette a disposizione (Tasso di apertura, Percentuale di click, etc.)

Test A/B su GetResponse

Per poter iniziare a fare split test A/B con GetResponse è necessario collegarsi al sito e accedere con il proprio account cliccando su “Accedi”. Una volta effettuato l’accesso, clicca su “Crea Newsletter” all’interno del menu rapido sulla tua sinistra.

Per creare una newsletter in modo semplice, clicca su “Editor email”, prosegui e svolgi tutti i passaggi necessari. A differenza della procedura classica, nella sezione “Impostazioni newsletter” clicca su “Impostazioni di distribuzione” e attiva l’opzione “Test A/B” per poter usufruire di questa funzionalità.

Clicca su “Passo successivo” per passare allo step successivo.

come-fare-split-test-getresponse

Dopo aver selezionato e modificato il template, sei in grado di scegliere 4 tipologie di test A/B. Vediamoli insieme:

  • Oggetto: puoi scegliere fino a 5 oggetti da testare. Per aggiungere oggetti, clicca su “Aggiungi altri” e modificali cliccando su “Personalizza” per inserire i dati dei contatti (first name, last name, email, etc.) oppure clicca su “Aggiungi simbolo” per inserire le emoticon;
  • Campo Da: puoi impostare diverse email da cui invierai la tua newsletter;
  • Contenuto: anche in questo caso, puoi scegliere fino a 5 messaggi da poter confrontare e verificare. Clicca su “Scegli messaggio” per selezionarne uno già creato, oppure “Crea nuovo messaggio” per svilupparne uno da zero. Infine, clicca su “Aggiungi un altro messaggio” per inserire un altro elemento da testare;
  • Tempo di consegna: in questa ultima sezione, potrai mettere a confronto le performance per 5 giorni della settimana oppure orari del giorno. Modifica le impostazioni scegliendo il giorno, l’ora e il fuso orario che ti convincono di più. Clicca su “Aggiungi altri” per inserire altri elementi da sperimentare.

come-fare-split-test-getresponse

Nella fase successiva, seleziona la lista su cui vuoi fare split test e configura il tuo test A/B. In particolare, spostando il distanziatore verso sinistra o destra puoi scegliere la percentuale di utenti che riceveranno i diversi test della tua mail e puoi decidere di inviare il messaggio migliore automaticamente passando da “OFF” a “ON”.

Nella sezione “Scegli il messaggio migliore in base a:” puoi identificare il test che ha avuto migliori risultati in base al “Tasso di apertura” o alla “Percentuale di clic”. Decidi la durata dell’analisi test inserendo i giorni o l’ora e infine scegli se ricevere un messaggio al termine del test, selezionando dal menu a tendina la mail a cui vuoi ricevere la notifica.

Clicca su “Passo successivo” per vedere un riassunto delle tue operazioni e clicca, infine, su “Programma” o “Invia” per iniziare il tuo test.

come-fare-split-test-getresponse

Dino Francesco

Autore e social media manager • La mia attività si concentra principalmente sulla stesura dei contenuti: dalle guide passo-passo agli articoli informativi. Oltre alla redazione degli articoli, curo la presenza di MailPedia.it nei social network, per diffondere questa nuova risorsa ad un pubblico sempre nuovo.

  • 1